Scavi

Area 1

L'intera Area 1 è stata oggetto di una ricerca approfondita, che ha permesso di portare alla luce, durante i primi 5 anni di scavo, un grande edificio istituzionale connesso alle attività produttive: un enorme struttura di oltre 600 mq, ricco di reperti che stanno consentendo di reinterpretare usi, costumi e tecnologie degli abitanti di Sumer. Si tratta di una larga e articolata costruzione con funzione amministrativa, specializzata in diverse attività economiche.

Anche la vasta area cimiteriale che venne realizzata al di sopra dell’edificio, quando questo non era più visibile, sta ampliando la nostra visione su i rituali di inumazione del periodo. In particolare, è stato possibile portare alla luce tre tombe, che risalgono all'ultima fase di occupazione del sito.

La Tomba 1, situata a Sud-Est,conteneva un corpo giacente su di una stuoia di canna,in posizione fetale,con la testa volta verso Ovest, e un corredo composto da una ciotola conica,due giare a base circolare e un vaso di pietra calcarea.

La Tomba 2, a causa di un saccheggio,è stata privata dello scheletro e del corredo. In situ è stato ritrovato soltanto parte del sarcofago di terracotta, mentre nel terreno setacciato è stata rinvenuta una perlina di lapislazzuli,testimonianza della ricchezza della sepoltura.

Molto ricco è invece il corredo della Tomba 3, composto da bicchieri, giare e ciotole, mentre l'unica parte conservata del defunto è il cranio. E' stato possibile osservare che,accanto a ciascuna tomba, vi erano tracce di focolari,sicuramente connessi con le sepolture.

Sulla base della stratigrafia,si è datato queste tre tombe al periodo Accadico, mentre al periodo di transizione Proto-Dinastico Accadico, appartengono le altre due sepolture (Tomba 4 e tomba 5) rinvenute nel livello sottostante. Sul fondo della Tomba 4 sono stati portati alla luce dei mattoni di fango,forse come base per il defunto. All'interno vi erano due differenti gruppi di corredi,contenendo la tomba probabilmente due inumazioni. I due equipaggiamenti si distinguevano per una diversa quantità di vasi ceramici,essendo infatti il secondo più ricco. Il primo gruppo di oggetti era posto accanto a quello che doveva essere il corpo di un giovane la cui età è stata stimata intorno ai 15 anni.

Considerevolmente più ricco è il corredo della Tomba 5,costituito da 131 recipienti per bere,giare medie e di grandi dimensioni e un piatto con basamento. Queste sensazionali scoperte,quali i ricchissimi corredi ceramici, i corpi sepolti in sarcofagi in terracotta, le sepolture multiple, le evidenze di rituali successivi alla prima inumazione (come parti del corpo sepolte separatamente) sono solo un piccolo esempio della ricchezza di informazioni che oggi siamo in grado di ricavare dai rinvenimenti di queste campagne di scavo. I dati che le analisi scientifiche sui resti osteologici ci stanno fornendo, rivelano aspetti ancora molto poco noti o addirittura ignoti dei Sumeri: la loro alimentazione, i lavori usuranti che lasciano traccia sin sulle ossa, le malattie, le cause di morte e così via.

Area 2

L'area Nord-Est del sito è un'area artigianale, occupata da una serie di abitazioni di grandi dimensioni tagliate da diverse attività più tarde. Sulla superficie,la presenza di un gruppo di frammenti di rame ha potuto rivelare una sepoltura di infante,con età stimata di un anno,in uno spazio quadrato di 5x5 m. La tomba conteneva ben settanta contenitori ceramici ,vasi di rame,tre perle di corniola,un pugnale di rame,un orecchino e un set composto di utensili per toletta. La tomba è stata tagliata in una larga e profonda fossa sub-circolare,riempita con cocci di ceramica,ossa animali e frammenti di bitume. Di grande interesse è stato infatti il rinvenimento di uno scheletro completo di asino,probabilmente sacrificato, vista l'innaturale posizione della testa dell'animale.

Tre perline di corniola a canna lunga,di pregiata fattura, sono state rinvenute tra il bordo Nord-Ovest della tomba e la superficie erosa. Si tratta di manufatti in miniatura che richiamano le stesse perline di corniola trovate nelle tombe del cimitero reale di Ur.

Area 3

Quest'area, situata nella parte nord orientale del Tell, corrisponde ad una trincea stratigrafica realizzata sfruttando una profonda fossa, realizzata dalle milizie irachene per ospitare una postazione antiaerea.

Area 4

Le attività in quest'area sono iniziate nel 2016 e hanno portato alla luce una serie di sepolture tarde nonché un grande edificio ancora in corso di scavo, databile all'epoca Accadica o al più tardi Ur III.

Area 5


Area 6